Previous Image
Next Image
L’attuale Cassa Mutua Aziendale è nata con atto costitutivo del 6 dicembre 1968 a seguito dell’accordo fra le Organizzazioni Sindacali e l’allora Servizio Sanitario della “Società Terni per l’Industria e l’Elettricità S.p.A.” il quale, a fronte della trattenuta dei contributi di legge previsti per l’assistenza malattia, forniva l’assistenza sanitaria in forma diretta ed indiretta nei confronti del solo personale impiegatizio (in sostituzione dell’Istituto Nazionale Assistenza Malattia). Successivamente, con l’accordo sindacale del 1997, sono state estese al personale operaio ed ai dipendenti delle società partecipate le prestazioni sanitarie erogate dalla Cassa Mutua Aziendale.
Leggi tutto

Urologia

L’urologia è una specialità chirurgica che tratta le malattie organiche e funzionali dell’ apparato urinario (reni, ureteri, vescica, prostata) dell’ apparato genitale maschile.

La complessità delle conoscenze in urologia ha portato allo sviluppo di subspecializzazioni:

  • L’urologia oncologica, per la prevenzione, diagnosi e cura dei tumori maligni e benigni di rene, uretere, vescica, uretra, prostata, testicoli e pene.
  • L’urologia ginecologica, per la prevenzione, diagnosi e cura dell’ incontinenza urinaria femminile e dei prolassi della vescica.
  • L’urolitiasi, per la prevenzione, diagnosi e cura dei calcoli delle vie urinarie.
  • L’andrologia, per la prevenzione, diagnosi e cura della disfunzione erettile e dell’infertilità maschile.

L’urologo si occupa della prevenzione, diagnosi e cura delle malattie dell’apparato urinario e dell’apparato genitale maschile.

Quando bisogna rivolgersi ad un urologo ?

Non bisogna aspettare sintomi particolari. Se un soggetto di sesso maschile ha raggiunto i 50 anni, anche se gode di completo benessere e non accusa alcun disturbo, deve rivolgersi ad un urologo per una visita preventiva una volta all’anno.

Quali sono i disturbi principali che devono portare all’attenzione di un urologo ?

  • difficoltà, bruciori o dolori quando si urina
  • la presenza di sangue nelle urine
  • la perdita involontaria di urine
  • la presenza di dolori da far risalire ad un organo del tratto urinario o genitale maschile
  • problemi nella sfera sessuale
  • la scoperta incidentale durante un’indagine radiologica eseguita per altri motivi, di un’alterazione di un organo dell’apparato urinario o genitale maschile

Quali sono le indagini diagnostiche di cui l’urologo fa uso ?

  • L’esplorazione rettale per la palpazione digitale della prostata
  • L’esame degli organi genitali maschili
  • L’esame delle urine
  • L’esame del sangue del PSA (Antigene Prostatico Specifico)
  • L’ecografia di reni, vescica, prostata e testicoli
  • L’uroflussimetria, ovvero la misurazione della velocità del getto urinario

 

Dott. Giovanni Cochetti

Dott. Emanuele Cottini

Dott.ssa Maria Rita Serva